La gestione del Cnog sta deragliando, Verna ignora la richiesta di convocazione urgente del Consiglio per un “tavolo delle regole”

redazione
30 November 2020

Un altro strappo alla democrazia nel Consiglio Nazionale dell’Ordine dei Giornalisti. Ventuno consiglieri hanno inviato  al presidente Verna, il 21 novembre,  una richiesta di convocazione urgente per un Consiglio straordinario per istituire un “Comitato  per le regole”, un gruppo di lavoro per contribuire a velocizzare l’elaborazione del regolamento per il voto elettronico nonché le linee guida per la realizzazione della piattaforma di e-voting; all’ordine del giorno è stato chiesto anche  la indispensabile integrazione del Cnog con un pubblicista  che spetterebbe alla Valle D’Aosta. Nulla di stravolgente, se non una richiesta di condivisione del percorso per arrivare in tempi rapidi al voto elettronico. Il presidente Verna non ha nemmeno preso in considerazione la richiesta, compiendo in tale modo una grave violazione del regolamento che dà la possibilità  ad un terzo dei consiglieri di chiedere la riunione  del Cnog e impone al presidente l’obbligo di convocarlo.

Già nella riunione del Cnog del 18 e 19 novembre scorso, dodici consiglieri avevano chiesto la creazione di un “tavolo per le regole”, con tanto di deposito di una mozione regolarmente firmata. Anche in quel caso Verna aveva snobbato la richiesta.

Il Cnog non è un’associazione dilettantistica  e nemmeno un’azienda privata dove chi è al timone decide la rotta e la velocità di marcia. Il Cnog, eletto dai giornalisti, è un ente pubblico dove il Consiglio dovrebbe essere sovrano. Ma ormai da mesi stiamo assistendo ad un deragliamento dalle regole, con una gestione verticistica e spesso arrogante, ma timorosa del confronto democratico. E questo proprio  nel momento in cui, con la pandemia,  vi sarebbe la necessità di un Ordine dei Giornalisti autorevole, in piena efficienza, che agisca nell’interesse di tutta la categoria.

ContrOrdine2020

Iscriviti alla nostra newsletter

Rimani aggiornato sulle nostre iniziative e i nostri contenuti

© 2020 Tutti i diritti riservati.